Monday, March 24, 2008

ON THE ROAD AGAIN


Lo ammetto, quella dell'on the road è la cosa che mi piace di più di questo strano paese. Mi dà un senso di libertà straordinario. Eppure teoricamente lo si può fare anche in Europa. Ma non ha lo stesso gusto; manco ci pensi, in questi termini, quando sei in Italia. Forse è perché da noi i pedaggi autostradali ti strozzinano e non è sempre facile girare in auto nelle città, almeno non senza una dose di ansiolitico! Qui tutto è predisposto per te, viaggiatore su quattro ruote:

1 - prima di tutto non costa caro affittare una macchina, nuova fiammante, con tanto di assicurazioni varie e la tranquillità che se ti si rompe qualcosa devi solo chiamare loro, ovunque tu sia, (il bello delle catene) che ti vengono a prendere e ti danno una nuova auto.
2 - la benzina costa molto molto meno che in Italia (3$ per gallone).
3 - ci sono motel anche nel mezzo del niente e da tutti i prezzi.
4 - si mangia non bene ma in abbondanza e con poco.
5 - non ci sono mai problemi di parcheggio (salvo downtown).
6 - le strade corrono diritte e senza traffico che è una meraviglia.
7 - i nomi delle strade sono composti da numeri e direzioni cardinali: semplicissimo orientarsi anche senza mappa.
8 - le macchine hanno il cruise control, lo azioni e ti dimentichi che stai guidando.

Essendo spring break, abbiamo quindi deciso di concederci un giretto questa volta verso est, alla ricerca del cuore termale dell'Arkansas, the Natural State, ossia Hot Spring. Non me lo sarei mai aspettato ma l'Arkansas pullula di Parchi Naturali Statali e di laghi. Non a caso è meta turistica per molti americani, che vanno a godersi laghi, acque termali e passeggiate nei sentieri ombreggiati delle foreste di pini. Molto rilassante. Per arrivarci mi sono attraversata un pezzetto di Texas, e per tornare un pezzetto di Oklaoma. Texarkana è la città che si trova sul confine tra Texas e Arkansas (il nome è infatti un mix) e Texoma è il nome della regione tra il Texas el'Oklaoma! Non conosco altri esempi , ma sono sicura che in America ce ne sono moltissimi posti ibridi. Un altro posto ibrido è la mitica Paris-Texas, che è stata la prima tappa del mio viaggetto. Non potevo non andarci. Dopo Wenders quel posto non è più stato un punto sulla cartina ma un luogo mentale, onirico che infatti non ha niente a che vedere con la ridente cittadina che gode del primato di miglior paese di sosta degli Stati Uniti (che poi pagherei a sapere chi li dà questi ricoscimenti!). Comunque Paris sembra davvero un posto piacevole e ci vuol del senso dell'umorismo per innalzare una Tour Eiffel adornata di cappello da cow-boy in Texas! Soprattutto perché dalle foto sembra enorme e dal vivo sembra uno scherzo!! E bravi texani!

7 comments:

AndreA said...

Ecco! Così mi viene di nuovo voglia di fare un salto negli USA... :-)

Che bei posti!! :-)

Un abbraccio... :-)

fabio r. said...

che invidia !!! Paris Texas! un vero luogo dello spirito (come Berlino) per chi come me ha mangiato pane e wenders..
Bella gita, complimenti.

p.s. grazie del passaggio compagna pre-70!
Hugs

Moky said...

"...She needs, wide open spaces.... room to make a big mistake...."... viaggi cosi' su strade aperte, spaziose con in sottofondo le Dixie Chicks o i Rascal Flatts... roba da delirio per me!!! E dove ti dirigerai nel tuo prossimo viaggio???

nonsisamai said...

l'unica cosa su cui purtroppo ho qualche dubbio e' il punto 7, ma...gia' lo sai ;)

Eli said...

Moky ancora non lo so ma la mia colonna sonora si anima con jhonny cash, beck, allevi, waylon jennings, 'safari' l'ultimo di jovanotti e chiaramente tango!

nonsisamai, lo so che sei diventata inseparabile da richard!ma d'altronde con quella voce come non esserlo? ;)

michele said...

Se tanto mi da tanto a Italy, Texas, fanno il rodeo in una ricostruzione del colosseo :)

Magari puoi visitare tutta la tua bella Toscana a due passi da te.... cerca "Pisa, TX" su google map :)))) chissa', magari li ti puoi fare un panino con cecina e succo d'acero accompagnato da un ponce al mandarino fatto con un bicchierone di caffe' di starbucks :)

In bocca all'armadillo !!!

Nat said...

Eh! se sapevo che un'italiana passava dalle mie parti per Spring Break!
Ma sei toscana anche tu? Dall'ultimo commento sembrerebbe di si'..
Beh, se ripassi dal Natural State, fammi sapere che ti offro un caffe'! (o anche un pranzo)
Ciao

navide