Monday, April 21, 2008

MI RIBOLLE

So che sarebbe meglio guardare oltre e parlare d'altro ma a me ribolle questa sconfitta e mi ribolle specie perché la trovo incredibile. Il punto non è avere perso; sono abituata; il punto è capire come sia possibile che ci siano ancora persone che votino per Berlusconi? In passato poteva essere scarsa informazione ma oggi fra comici in TV (i pochi che sono sopravvissuti agli editti, è vero), teatro, grillini in piazza, libri di controinformazione etc non dovevano che esserci dei residui appendicioidali infetti ai quali poteva passare in mente di votare il biscione! E invece non è stato cosi'. Perché? Si dice che ci siano solo due risposte: o gli italiani sono cretini o solo malinformati. Provando ad escludere la seconda si precipita nello sconforto. Quindi dovrò accettare che l'informazione corretta non è mai abbastanza in un paese governato da chi possiede tv, giornali, case editrici etc...In effetti non dovrebbe nemmeno esistere un aggettivo che qualifichi l'informazione. Il sostantivo già di per sé dovrebbe contenere un principio di etica onestà che veicoli la sua circolazione. Ma evidentemente in un'era di svuotamento semantico, 'informazione' è solo una delle tante parole cadute nella rete. Credo che a questo punto sia dovere riprendercela insieme a tutte le altre parole andate disperse sulle labbra di chi le ha masticate indegnamente. Credo che sia dovere continuare ad informare mettendo da parte il political correct. Questa formula ha pagato solo l'esponente dello schieramento avversario!!! Io ho visto solo uno spot di Di Pietro che denunciava tutte le magagne di Berlusconi. E' vero che io da qua, forse ho visto meno ma non credo di sbagliarmi quando dico che Veltroni con il suo atteggiamento nobile non ha ottenuto un fico. Insomma perché non attaccare l'avversario? Qui si sbranano! Se non ho niente da nascondere o interessi da difendere, e voglio sperare che sia così, dovrei darci dentro e con Berlusconi sarebbe una passeggiata. Insomma già la storia di Mangano da sola doveva bastare a neutralizzarlo per sempre. E invece ha vinto!!!!! Perché nessuno ha pensato a proteggere l'Italia? Passi Veltroni e il suo moderato centro. Il centro non è fatto, si sa, per la battaglia. Ma la sinistra? Si è nascosta dietro un arcobaleno! Come personaggi del Mago di Oz, hanno attraversato la campagna elettorale seguendo la strada dorata di una fiaba a cui non crede più nessuno, facendo finta di combattere contro la Strega Cattiva dell'Est per arrivare poi dove? Dal Mago che non esiste, appunto. Bossi ha vinto urlando alla gente 'prendiamo i fucili!'. Ce ne rendiamo conto o no che la gente è incazzata e voterebbe chiunque pur di provare a stare meglio. E' finito il tempo delle ideologie perché non c'è più nessuno che le preferirebbe ad atti risolutori concreti. E le ideologie di oggi non sono quelle che un tempo animavano e sostanziavano le azioni. Oggi abbiamo borghesi o imborghesite controfigure che passano da una poltrona di comando alla leadership di uno schieramento ipoteticamente radicale. Ma che radicale??? Gli si crede per disperazione! Ma non c'è nessun motivo per continuare a farlo. Possiamo dire qualsiasi cosa sui rifiuti di Napoli ma quello che conta è non inciamparci più la mattina uscendo di casa. E l'amministrazione di centro-sinistra ha toppato! Si possono scrivere fiumi sull'immagrazione, la tolleranza, la cooperazione tra i popoli etc ma non valgono a niente se non puoi mandare tua figlia fuori da sola per un gelato. Ci vogliono fatti. Come quello di non mettere nelle proprie liste condannati o in attesa di giudizio. E lo dimostrano i risultati: buona parte che ancora spera nel centro corretto e moderato di Veltroni, buona parte che non mi spiego se non come malinformata o in malafede, e buona parte con i partiti dei fatti la Lega e l'Italia dei Valori. Mi trovo a dover sperare nell'operato della Lega. Altro che esame di coscienza per la sinistra! Io che nelle vene toscane c'ho pezzi di Bandiera Rossa, che sono venuta su servendo ai tavoli delle Feste dell'Unità e ho toccato le lacrime al funerale di Berlinguer, non posso che sentirmi afflitta. Orfana. Ma anche parecchio incazzata.

4 comments:

fabio r. said...

è da tempo che penso le stesse cose, non riesco ad arrendermi al buonismo di veltroni e soci mentre dall'altra sponda si sputa veleno a kili... non so: da una parte sono felice (però qui:"we happy few.." altro che Enrico V!) di mantenere un certo stile eppura onthe other hand mi incacchio perchè sembra che stiamo qui solo a schivare colpi e sorridere..
boh?

MiKo said...

Mi spiace dirlo, ma arrendetevi all'evidenza: una metà abbondante dell'Italia è affascinata da un venditore di tappeti. Una metà abbondante dell'Italia è disposta a fregare il prossimo per qualche dollaro in più. Una metà abbondante dell'Italia vuole credere solo all'uovo oggi; e della frittata che ne verrà domani se ne sbatte.
E l'altra metà? L'altra metà è sinceramente stufa. L'altra metà, salvo un misero tre percento preferisce votare uno scialbo Veltroni, piuttosto che un finto Bertinotti o un a dir poco ridicolo Pecoraro Scanio, nella speranza che il disastro si allontani almeno per un po'. Non sono d'accordo con te sull'analisi dell'IdV ed il suo accostamento alla Lega. Bossi parla alla pancia della gente, Di Pietro, pur nella sua caciaronità, si appella a dei valori un tantino più alti. Ed io vorrei tanto che questi valori qualcuno li riprendesse. E' inutile cercare di sopraffare B. sul suo stesso campo: è imbattibile a meno di non giocare più sporco di lui. Ed io questo non lo voglio. Voglio essere diverso dal mio nemico, altrimenti non sono meglio di lui. Vanno bene i partiti dei fatti, ma questo non vuol dire che si debbano insultare gli avversari in modo becero o su cose irrilevanti. Non me ne frega niente di dimostrare che chi mi è contro è peggio di me. Quello che voglio è far vedere che io sono infinitamente meglio. Il punto non è cosa non è stato fatto nel governo o nelle amministrazioni di centro-destra. Il punto è cosa è stato fatto (eventualmente) dal centro-sinistra. E nemmeno questo. Il passato in fondo conta poco. Il punto è che la politica millantata dal PdL non funziona. Anzi. Tremonti continua con la sua agghiacciante finanza creativa, dicendo che son cose che le economie forti come gli USA hanno sempre fatto. Ma non ci vuole una laurea per capire che questa politica economica sta, per l'appunto, portando allo sfascio gli Stati Uniti. Che tra l'altro si stan portando dietro tutto il mondo. Insomma, son d'accordo sul fare, ma sulla battaglia no. In fondo Prodi, che se ne va imbattuto dal nano, ha vinto parlando di piani economici, non di rivoluzioni. Non che mi stesse simpatico, ma almeno lui qualcosa per l'Italia l'ha fatta o ha cercato di farla.
Mi spiace per il commento infinito, ma anche io mi sento incazzato ed orfano.

Eli said...
This comment has been removed by the author.
Eli said...

Miko mi fa piacere, non mi dispiace che tu abbia da dire qualcosa. E ti dirò: anche io non sono affatto per le maniere becere, violente e vergognose che ha la lega in campagna elettorale ma soprattutto in parlamento. Ma si, la cosa che salvo è quella di parlare alla pancia perché è nella pancia che si sente la fame. Ci vorrebbe un pò di pancia nei discorsi di Veltroni. E tra questo uso della pancia c'era ad esempio far vedere agli italiani quello che ha fatto Prodi! Non accosterei mai i valori di Di Pietro a quelli di Bossi. Ho accostato una simile intuizione promozionale che ha ripagato in voti entrambi. Sono anche d'accordo, in linea di principio, che quello che conta è dimostrare quanto sono buono io e non quanto cattivo sei tu, (e non solo in politica) ma (in politica): 1-questa scelta non ha pagato Veltroni 2-parlare del passato di un delinquente che ha schivato la galera per leggi che si è fatto da solo etc non è MAI inutile né IRRILEVANTE. 3- se Prodi avesse fatto Battaglia magari avremmo una legge elettorale diversa e provvedimenti contro le leggi ad personam del cavaliere. E ti dico di più: non avremmo tra le palle nemmeno lui perché in nessun paese democratico al mondo esiste un presidente del consiglio che possiede 3 reti. Ma la legge sul conflitto di interesse era evidentemente troppo BATTAGLIERA!
Con questo sono grata a Prodi per quello che ha fatto per risanare il buco lasciato dal precedente governo. SEnza ironia. però bisogna ammettere che ora Tremonti ha più soldi da bruciare!E Berlusconi può continuare il suo piano:
1- qualche altra leggiuccia (ad esempio abolire la tassa sul patrimonio) per sè;
2 - affincare bush nel tracollo capitalista
3 -imitare il modello democratico di Putin.

In altre parole: non sono una per una rivoluzione sanguinaria. Sono pacifista e repello le armi.
In un momento civile sarei con te su tutto ma questo non è un momento di esemplare civiltà per l'Italia. Quindi mi auguro che non subiremo imbelli questa classe politica.